Gruppo di ricerca sulla geologia delle Risorse Lapidee - Università degli Studi di Firenze - Dipartimento di Scienze della Terra - www.geo.unifi.it

 Val Lavagna  

L’ARDESIA DELLA VAL LAVAGNA: pietra del paesaggio e della cultura

Il vocabolo "ardesia" sembra derivi da un etimo incerto, forse Ardenne, ed oggi è tradizionalmente usato in Italia per le ardesie della Val Fontanabuona (GE),meglio conosciuta come Val Lavagna, da cui il nome corrente di Lavagna per le ardesie ivi cavate e largamente usate per piani da biliardo ed appunto per le lavagne.
L'origine potrebbe derivare dal greco antico ....(las), ossia pietre, roccia, o ancora da claparia, cava o luogo di estrazione delle ardesie (clapae) che per riduzione intervocalica da p a v divenne lavania e poi lavagna.
La zona di estrazione principale si trova nell'entroterra di Chiavari, parte di Levante della Provincia di Genova, dove l’ardesia, in passato, ha avuto una fondamentale importanza sia storico-culturale che economica.
L'origine e l'utilizzo industriale dell'ardesia vengono datati in base a documentazioni scritte o contratti di scambi di merci tra imprenditori di diverse zone, ma la conoscenza e l'uso di questa pietra sono sicuramente precedenti.
I primi utilizzi, nella necropoli preromana della città di Chiavari, pare risalgano addirittura all'VIII-VII secolo a.C.
Il primo documento certificato, datato 1176 d.C., parla di un rinnovo (lasciando presupporre quindi precedenti scambi) delle forniture di ardesia al comune di Savona per il tetto della Basilica.
Oltre alle tipologie estrattive, le lavorazioni ed i principali usi, le modalità di trasporto e la loro evoluzione fino all'avvento dei mezzi motorizzati sono molto interessanti e, soprattutto, tipiche.

Val Lavagna
Visualizza Cave Ardesia in una mappa di dimensioni maggiori

Consulta il PDF per maggiori dettagli

Prof. Geol. Massimo Coli
.
.
.